interview on my independent life

Dal 2002 la Regione Piemonte ha intrapreso un percorso volto al rispetto della dignità e dei diritti delle persone disabili attivando e finanziando progetti di Vita Indipendente e grazie a questo progetto una persona con disabilità può vivere per conto proprio.

Sovente la gente si meraviglia che io viva da sola, in un appartamento del quale pago personalmente il canone di locazione e le spese condominiali. Si stupisce che io esca a far la spesa, che tenga in ordine la casa, che faccia il bucato, che cucini per i miei amici, pur riuscendo a muovermi pochissimo in autonomia. Tuttavia la mia vita, ai miei occhi, è una vita del tutto normale: faccio quello che fa la maggior parte delle persone una volta divenute adulte. Certo, lo faccio usando le braccia e le gambe dei miei assistenti, ma perché è il solo modo in cui mi riesce di farlo. Non è eccezionale ciò che faccio. È eccezionale il fatto che qualcuno lo ritenga eccezionale. In una società civile il dispotismo della natura, i suoi grossolani errori che penalizzano l’esistenza di un individuo, dovrebbero essere superati senza alcuna meraviglia, né fatica.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...